Dermatiti: manifestazione e cause. Le dermatiti consistono in una reazione infiammatoria (spesso immunitaria) del derma che si manifestano con una risposta irritativa.

La causa di insorgenza della dermatite può essere di natura: chimica, causata da diluenti o detersivi (DIC, dermatite irritativa da contatto e DAC, dermatite allergica da contatto); fisica (ustioni, esposizione a raggi UVA); microbica (virale, batterica, protozoica, micotica); parassitaria (rogna, tinea, eritema da pediculosi); allergica IGE-mediata di carattere immunitario (eczema atopico, neurodermite); autoimmune (reazione immunitaria verso processi endogeni) come per la psoriasi.

Spesso le dermatiti si acutizzano in situazioni di stress, poiché in tale circostanza vengono attivati gli ormoni dello stress attraverso il meccanismo PNEI (psico-neuro-endocrino-immunologico). Le principali affezioni ricorrenti della pelle sono: eczema atopico, eczema da contatto dermatiti fotosensibili, acne giovanile, orticaria, herpes simplex, verruche, punture di insetti, cicatrici e cheloidi.

Patologia multifattoriale
L’eczema è un’affezione dermatologica che si può manifestare in modalità acuta, subacuta o cronica, caratterizzata da arrossamento, vescicole, ispessimento cutaneo e croste. Spesso le lesioni sono intensamente pruriginose. Si distingue un eczema costituzionale o atopico, che si manifesta già nei primi anni di vita, e un eczema topico o da contatto che interessa l’adulto. Eziologia: causalità multifattoriale con sensibilizzazione verso una banda R-UV o IR, provocata da una reazione immunitaria anticorpo-mediata IgE-IgA nell’orticaria o da una reazione cellulo-mediata tipica dell’eczema fotoindotto da prometazina, catrami e sulfamidici. Sintomi caratteristici: infiammazione eritematosa c/s prurito, vescicole, desquamazione, essudazione. Diagnosi differenziale: orticaria, eczema con o senza croste, vescicolare, trasudante, eritema fotoindotto che può manifestarsi sottoforma di DIC (dermatite irritativa da contatto) e/o DAC (dermatite allergica da contatto). La scelta del rimedio da consigliare per il trattamento dell’eczema e delle dermatiti si basa essenzialmente sull’osservazione dei segni e sintomi oggettivi della forma eritematosa. Pertanto, possiamo classificare i suddetti sintomi in tre espressioni caratteristiche: dermatite eritematose, dermatite vescicolosa e dermatite secca squamosa.

Dermatiti eritematose
Sintomi: eczema e dermatiti con eritema pruriginoso e infiammazione. Pelle infiammata, miglioramento dei sintomi con applicazioni fredde. Pelle infiammata di colore roseo acceso, con calore irradiante. Eritema squamoso, con prurito intenso, localizzato tra le pieghe, sul tronco e sul cuoio capelluto che peggiora col caldo del letto. Bruciore associato a prurito intollerabile, spesso accompagnato da gonfiori delle dita della mano, i sintomi migliorano con applicazioni calde.

Dermatiti vescicolari
Sintomi: eczema e dermatiti con eritema pruriginoso, infiammazione e presenza di bolle e vesciscole. Eruzioni vescicolose, pruriginose e brucianti. Eruzioni con vescicole di maggior grandezza, brucianti, con predilezione degli organi genitali. Eritemi con iperestesia cutanea molto intensa da impedire di grattarsi, vescicole pruriginose, prediligono organi genitali e viso. Pelle rossa infiammata, vescicole piccole brucianti e pruriginose, che si sviluppano quando fa freddo. Vescicole azzurrate e trasparenti, bruciore e prurito intenso, croste giallastre sotto le quali appare un pus denso e giallastro.

Dermatiti secche
Sintomi: eczema e/o dermatite secca, con infiammazione e presenza di squame o ipercheratosi. Eritema con presenza di vescicole produttive, crosticine che seccandosi diventano di colore giallo-bruno, localizzate tra le pliche, dietro le orecchie e intorno agli orifizi. Eritema con vescicole brucianti e pruriginose, con crosta biancastra che nasconde un’ulcerazione profonda con pus denso e giallastro. Eczema con cute secca, ispessita, ruvida, con ragadi, screpolata. Dermatite con desquamazione fine, sottile e polverosa. Dermatite con desquamazione,lichenificazioni ed escrezioni irritanti.

Dermatiti fotosensibili
Descrizione: allergia di origine immunologia alle radiazioni solari, eritema solare, orticaria, eczema fotoindotto. Eziologia: sensibilizzazione per una banda di R-UV o IV con reazione di tipo immunitaria anticorpo-mediata (IgE, IgA), oppure orticaria simile reazione cellulo-mediata (eczema fotoindotto) da prometazina, catrame, sulfamidici. Sintomi caratteristici: eritema, pomfi orticarioidi, prurito, bruciore, senso di calore delle zone foto-esposte, possibile reazione febbrile da eczema foto-indotto, eritema, edema, vescicole, desquamazione, essudazione. Diagnosi differenziale: dermatite allergica, irritativa da contatto o orticaria comune. Pelle infiammata, miglioramento dei sintomi con applicazioni fredde. Eritema squamoso, con prurito intenso, localizzato tra le pieghe, sul tronco e sul cuoio capelluto che peggiora col caldo del letto. Bruciore associato a prurito intollerabile, spesso accompagnato da gonfiori delle dita della mano, miglioramento dei sintomi con applicazioni calde.

Acne giovanile
Descrizione: infiammazione con ipercheratosi dei follicoli pilosebacei e ipersecrezione sebacea. Eziologia: multifattoriale, di natura ormonale (ipersecrezione di ormoni androgeni), batterica, da alterata secrezione sebacea, da alterata cheratinizzazione, indotta da farmaci o sostanze chimiche o di natura psicosomatica (presente nella forma di acne escoriata). Sintomi caratteristici: Infiammazione eritematosa del volto, collo spalle, regione presternale. Diagnosi differenziale: in base al tipo di lesione provocata, con formazione di foruncoli (acne comedonica, papulosa), con formazione di cicatrici (acne papulo-pustolosa), con formazione di noduli e cisti (acne cistica, conglobata ed escoriata). Acne rosacea e le dermatite perilabiale. Acne giovanile con formazioni di tipo papulo-pustolosa, dolenti al contatto con aggravamento prima e durante il flusso mestruale. Acne di tipo pustolosa-tuberosa, localizzata al viso, torace e dorso. Acne giovanile di tipo comedonica e microcistica sebacea che può manifestarsi in concomitanza alla caduta dei capelli e sopraciglia, che può sviluppare un eczema secco del palmo delle mani.

Orticaria
Si tratta di un’eruzione cutanea pruriginosa con papule eritematose dal centro chiaro e contorno netto. Eziologia: orticaria acuta (orticaria da alimenti, orticaria da farmaci, orticaria da contatto, orticaria da punture di insetto); orticaria cronica (genetica, alterazione del ciclo degli aminoacidi, fisica, da contatto, da malattie sistemiche). Pelle infiammata, miglioramento dei sintomi con applicazioni fredde. Bruciore associato a prurito intollerabile, spesso accompagnato da gonfiori delle dita della mano, miglioramento dei sintomi con applicazioni calde.

Punture d’insetti
Descrizione: manifestazione papula eritematosa con infiammazione e pomfo caratterizzato da un punto centrale emorragico. Solitamente sono presenti lesioni multiple distribuite irregolarmente. Eziologia: lesioni cutanee causate da punture d’insetto (zanzare, api, vespe, pulci, pidocchi). Sintomi caratteristici: intenso prurito o dolore locale, resistente a terapia convenzionale. In rari casi possono formarsi bolle. Diagnosi differenziale: In seguito a puntura d’insetto possono insorgere delle complicanze quali reazioni allergiche generali, infezioni batteriche, febbre, malessere generale, manifestazioni emorragiche e vasculopatie degli arti inferiori. Edema pallido, con dolore locale non irradiato e paresi della zona colpita. La sintomatologia peggiora con il calore locale e migliora con applicazioni locali fredde. Il soggetto presenta fasi di agitazioni e fasi di prostrazione. Eritema di colore rosa, che compare rapidamente formato da papule rilevanti con sensazione locale di bruciore e prurito, dolori lancinanti, la sintomatologia migliora con applicazioni locali fredde. Ddolori che migrano dal punto della puntura verso l’esterno. Pomfo indurito, violaceo e freddo, con sensazioni di dolori locali brucianti e trafittivi.

 

Pin It